HUMAN RIGHTS: LA FOTOGRAFIA PROTAGONISTA DELLA STORIA DELL’ONU

HUMAN RIGHTS: LA FOTOGRAFIA PROTAGONISTA DELLA STORIA DELL’ONU

Il 10 dicembre  1948 si e’ firmata la dichiarazione universale dei diritti umani.  A distanza di 70 anni da quella firma si e’ inaugurata la Mostra  HUMAN RIGHTS LA STORIA DELL’ONU (E DEL MONDO) nelle più belle immagini dell’archivio storico fotografico delle nazioni unite per il progetto history & photography, la storia raccontata dalla fotografia.

Casa di Vetroin via Sanfelice, 3 a Milano, apre le porte al pubblico per far conoscere la storia dell’Onu, e di conseguenza del mondo utilizzando come mezzo  le piu’ belle immagini della United Nations Photo Library.

La storia e’ raccontata dalle immagini identificative di vicende delle Nazioni Unite per episodi salienti rientrando nel progetto History & Photography

Geniale l’organizzazione che permette di pagare il biglietto (€ 5,00) una sola volta e tornare a godere della storia e delle immagini ogni volta che si vuole fino al 22 giugno 2019.

Gli argomenti, gli episodi son talmente tanti che non basta una visita sola. Inoltre e’ un periodo storico poco approfondito nelle scuole o indirizzi di studio, ed avere la possibilità di tornare, e tornare ancora, permette di poter studiare a fondo un periodo storico contemporaneo ed importante per la societa’ umana e politica di oggi.

Così si puo’ fare una prima visita, guardare una panoramica , farsi colpire da un’immagine che racconta uno specifico episodio, appuntarselo e poi tornare a scoprire qualche altro momento d’interesse per poi approfondire anche quello.

E’  fantastico l’allestimento dietro il quale c’e’ un lungo lavoro di ricerca sia d’immagini che di fatti; il percorso e’ studiato cronologicamente e  rappresentato da fotografie d’archivio in bianco e nero per terminare, con fotografie a Colori.

Ogni fotografia e’ accompagnata da una didascalia che descrive brevemente l’immagine, la data un titolo, ma quando varchi la soglia della mostra viene consegnato un libretto integrativo che arricchisce le didascalie spiegando piu’ dettagliatamente quella foto e quel relativo episodio.

Questo penso sia stato il lavoro più prezioso.  Basterebbe fare un giro senza quel libretto per capire che si potrebbe uscire bersagliati da tante immagini e date e, per quanto apprezzabile la scelta delle splendide fotografie, si rimarrebbe un po’ disorientati. Quel piccolo volume storico che spiega piu’ a fondo cosa rappresentano le immagini e il percorso iconografico ha un valore di studio  e di immediato approfondimento da poterlo ulteriormente analizzare.

La storia dell’Onu e del mondo contemporaneo e’ rappresentata dalle immagini che raccontano vicende dal 1945 fino ad oggi con missioni militari e civili in cui l’ONU e’ stata protagonista evolvendosi al passo con gli accadimenti storici.

Per come e’ allestito lo spazio piu’ che una mostra e’ un’immersione nella storia, quella piu’ vicina a noi e che spesso e’ conosciuta da pochi esperti.

 Inoltre c’e’ un archivio dedicato alle mostre precedenti raccolte  in grandi cataloghi plastificati che permettono, in totale liberta’, di consultare le mostre precedenti. Il visitatore gode piu’ e piu’ volte  della mostra ogni volta che lo desidera attraverso le immagini accuratamente scelte, e gli appassionati di fotografia possono apprezzare anche la storia della fotografia e la sua evoluzione.

Curata da Alessandro Luigi Perna  e prodotta da Eff&Ci – Facciamo Cose   la mostra e’ composta da  una sessantina di  immagini in bianco e nero e a colori per raccontare la storia attraverso le immagini, che a parer mio, e’ il modo migliore per un impatto mentale – emotivo che non si disperde nel tempo. A maggior ragione oggi giorno in cui tutto e’ così rapido e veloce,  una fotografia rimane nella mente  se colpisce e, in questo caso, ci sono molte immagini che colpiscono davvero!

 Sono previste visite guidate e foto proiezioni per le scuole di Milano, ma e’ interessante e innovativo che le scuole di tutta Italia possono utilizzare in classe le fotografie  della mostra, anche quando la mostra chiudera’ i suoi battenti per mettere in pista un altro progetto, visionandole in Slide-show su lavagne digitali attraverso una connessione web, un link riservato e una password.

La scuola diventa digitale e connessa e il progetto History & Photography  diviene un unicum in Italia e forse nel mondo.

Un po’ di rassegna stampa:

Corriere.it

Lifegate

Dailycases

Arte.it

La Stampa

Avvenire

National Geographics

Rai Scuola

Sky Tg24 video

Fotogallery da cellullare

 

INFORMAZIONI

 Apertura al pubblico:

8 dicembre 2018 – ore 15:30 / 19:30

 Periodo di esposizione:

8 dicembre 2018 – 22 giugno 2019

 Giorni e orari:

Da lunedì a sabato dalle 15:30 alle 19:30 (ultimo ingresso alle 19:00)

Giovedì dalle 15:30 alle 18:00 (ultimo ingresso alle 17:30)

Domenica chiuso

Orari di apertura per le scuole:

Al mattino su appuntamento con possibilità di visite guidate

e/o fotoproiezioni commentate

Visite guidate – € 8,00

Foto-proiezioni commentate – € 10,00

Ingresso:

€ 5,00

Come arrivare

  • MM3 – fermata piazzale Lodi + filobus 91,92
  • Passante ferroviario – fermata Porta Vittoria
  • Filobus 90/91, 93 – fermata viale Molise
  • Filobus 92 – fermata via Costanza Arconati

Un buon libro e’ sempre un’ottima idea

 

Lascia un commento

error: Contenuto protetto !!

Pin It on Pinterest